Juve. Chiellini a Sky :« Noi festeggiamo, gli altri sono molto tristi….»

Giorgio Chiellini nel giorno del 7° scudetto consecutivo non si è risparmiato qualche piccola frecciatina nel ripercorrere la stagione della Juventus:«È stato lo scudetto più bello insieme al primo. Siamo ancora qua, contro tutto e tutti. Ci godiamo questo settimo scudetto e non ci rendiamo conto nemmeno noi di quello che stiamo facendo. Penso che non ci viene dato il giusto merito per quello che stiamo facendo. Tra qualche anno, quando ricorderanno questa Juve, verrà dato il giusto peso alle vittorie che stiamo raccogliendo. La prima svolta della stagione è stata la sconfitta di Genova, poi abbiamo iniziato a carburare e abbiamo fatto tre mesi dove non passava nemmeno uno spillo. Siamo andati vicini a un’impresa in Champions, ci rimane un po’ il rammarico perché è l’unico trofeo che ci manca, penso che avremmo meritato di vincere una Champions in questo grande ciclo. Abbiamo trovato le energie da dentro. La verità è che bisogna ringraziare i nostri avversari: dall’inizio della stagione hanno sempre parlato di Var, poi l’arbitro, poi il bel gioco, poi le finali, poi i fuochi d’artificio e non hanno mai smesso di darci nuova linfa. Anche quando sembravamo morti, alla Juventus non devi toccare l’orgoglio. Noi festeggiamo, gli altri sono molto tristi e avremmo meritato più rispetto da parte di tutti, e ora festeggeremo a dispetto di tutto e tutti».

Chiellini infine risponde a Lorenzo Insigne, che lo scorso 22 aprile aveva affermato dopo la vittoria del Napoli all’Allianz Stadium: «Hanno perso una finale? Sono abituati”. Il difensore bianconero replica così: “Noi le finali le perdiamo perché le giochiamo, gli altri invece decidono di uscire ai sedicesimi. Sono scelte. Ma arriva il momento in cui bisogna chiedere scusa».